VERSO L'EVENTO: IL SECONDO BLOCCO

VERSO L'EVENTO: IL SECONDO BLOCCO

Arrivati alle seconde quattro settimane dovremo avere raggiunto la padronanza del gesto tecnico nella sua piena economia e dovremo anche essere in grado di sostenere un volume di lavoro paragonabile a quello che incontreremo poi in gara.

Sopra il volume totale raggiunto, nel secondo blocco di lavoro ci concentreremo sull’intensità e sulla varietà.

Mantenendo inalterate le distanze che abbiamo conquistato nel primo blocco, nel secondo mese cercheremo di stressare il più possibile il nostro corpo, alternando sempre le tipologie di allenamento che gli sottoponiamo e cercando di aumentare l’intensità della nostra azione in acqua.

Questa è la fase in cui mettersi davvero in gioco.

Sappiamo di poter coprire la distanza richiesta, ma la qualità con cui riusciremo a farlo dipende da quanto saremo capaci in queste quattro settimane di alzare la nostra asticella personale a livello prestativo e di stimoli mentali.