Gli errori più comuni: le prime uscite

Gli errori più comuni: le prime uscite

Nelle prime uscite si devono privilegiare i rapporti agili e i percorsi pianeggianti, senza mai cadere nella tentazione di strafare. Quello con la bici è un rapporto di simbiosi che si crea poco alla volta, nel tempo, e richiede un periodo di adattamento alla nuova postura e al tipo di sforzo.

Le prime sedute, infatti, lasciano addosso qualche dolorino muscolare, figlio del nuovo modo di lavorare che viene proposto ai muscoli delle gambe. È fondamentale pertanto dedicare sempre uno spazio allo stretching post allenamento, per allungare i muscoli degli arti inferiori ed aiutarli a rilassarsi dalla situazione di stress che si trovano ad affrontare.

Altrettanto utile è dedicare, un paio di volte alla settimana, un piccolo spazio della seduta al potenziamento e all’allungamento dei muscoli della parte alta: addome, spalle, braccia e dorsali.

Le tante ore in sella finiscono spesso con il sacrificare un po’ la forza e la mobilità del tronco, ma per una corretta postura e per uno sviluppo armonico dell’apparato muscolo-scheletrico è bene prendersene cura il più possibile.